User Avatar

Manager SRL

Last updated 18 Marzo 2024

WEBINAR – Contabilità e tracciabilità dei rifiuti: dal SISTRI al RENTRi Registri, formulari e nuovo sistema di tracciabilità

(0 Ratings)
9 students
WEBINAR – Contabilità e tracciabilità dei rifiuti: dal SISTRI al RENTRi Registri, formulari e nuovo sistema di tracciabilità

ISCRIZIONI CHIUSE


INFORMAZIONI

TOTALE ORE: 2
SI SVOLGERÀ IN DATA: 03-10-2023 CON ORARIO: 16:00/18:00
MODALITÀ DI SVOLGIMENTO: WEBINAR IN DIRETTA
QUOTA ISCRIZIONE: 50€

SCARICA LA LOCANDINA IN FORMATO PDF

Sei un professionista della sanità? Ti informiamo che questo webinar è accreditato ECM.

Per scoprire se la tua professione rientra tra quelle accreditate ti invitiamo a seguire questo link -> SCOPRI I DETTAGLI DEL CORSO ECM

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Il 15 giugno 2023 è entrato in vigore il Decreto 4 aprile 2023, n. 59 Regolamento recante: “Disciplina del sistema di tracciabilità dei rifiuti e del registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti ai sensi dell’articolo 188-bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

Dopo il conclamato fallimento del SISTRI, il nuovo sistema di tracciabilità, denominato RENTRi, è gestito dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) con il supporto tecnico-operativo dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali e del sistema delle Camere di Commercio per la gestione del sistema informativo centrale.

Benché la piena operatività del nuovo sistema sia prevista solo per la fine del 2024, è necessario che i produttori di rifiuti, i gestori e tutti gli operatori della filiera prendano progressivamente atto del nuovo sistema, destinato a cambiare profondamente le modalità di tracciabilità dei rifiuti, andando tra l’altro a sostituire i modelli e i formati del Registro cronologico di carico e scarico dei rifiuti e del Formulario di identificazione, ancora fermi alle versioni del 1998.

Il Corso, partendo dall’attuale sistema di contabilizzazione e tracciabilità dei rifiuti e ricordando anche l’esperienza del SISTRI, esamina nel dettaglio i contenuti del nuovo regolamento descrivendo le diverse fasi previste per l’avvio del RENTRI.

OBIETTIVI FORMATIVI 

Formare i partecipanti circa l’attuale normativa sulla contabilità e tracciabilità dei rifiuti e fornire gli elementi necessari per attuare correttamente la normativa di recente emanazione (RENTRi).

SINTESI DEI CONTENUTI DEL CORSO 

Dopo una breve introduzione viene esaminato il quadro normativo di riferimento.
Vengono poi ricordate le regole attualmente in vigore in merito al Catasto Rifiuti, ai Registri di carico e scarico, al Formulario e al MUD, rammentando l’esperienza del SISTRI.
Si passa poi alla descrizione del RENTRi: cos’è e chi lo deve e chi lo può usare; le tempistiche di applicazione; come e quando iscriversi e quanto costa; il nuovo formulario di identificazione; il nuovo registro di carico e scarico; la fase sperimentale e il sistema sanzionatorio.

Competenze di processo che verranno acquisite

  • Gestire i rifiuti applicando correttamente la normativa di recente emanazione (RENTRi).

Competenze tecnico-professionali che verranno acquisite

  • Attualizzare le proprie conoscenze sulla normativa relativa alla contabilità e tracciabilità dei rifiuti.

Competenze di sistema che verranno acquisite

  • Essere in grado di attuare le diverse fasi di avvio del nuovo sistema utilizzando correttamente i servizi informatici specificamente previsti per il RENTRi.

Programma dettagliato di ciascuna sessione

Il 03 Ottobre 2023 dalle 16:00 alle 18:00

  • Introduzione al Corso, quadro di riferimento normativo (10 minuti)
  • Le regole attualmente in vigore in merito al Catasto Rifiuti, ai Registri di carico e scarico, al Formulario di identificazione e al MUD (20 minuti)
  • Il problema della tracciabilità dei rifiuti e l’esperienza del SISTRI (10 minuti)
  • Il RENTRi: cos’è e chi lo deve e chi lo può usare (20 minuti)
  • Le tempistiche di applicazione del RENTRi. Come e quando iscriversi e quanto costa (15 minuti)
  • Il nuovo formulario di identificazione (10 minuti)
  • Il nuovo registro di carico e scarico (10 minuti)
  • La fase sperimentale (5 minuti)
  • Il sistema sanzionatorio (10 minuti)
  • Dove trovare le informazioni e quesiti (10 minuti)

DOCENTE DEL CORSO: Dott. Renzo Barberis

Dott. Renzo Barberis
Renzo Barberis – Laureato nel 1981 a Torino in Chimica Industriale ha svolto dal 1982 fino al 1997 attività di ricerca presso l’IPLA di Torino nel settore dell’analisi, trattamento e smaltimento dei rifiuti e gestione dei siti contaminati e nelle problematiche di pianificazione territoriale connesse al problema.

Dal 1997 ha operato presso l’ARPA della Regione Piemonte dove è stato responsabile dal 2002 (al 2018) della Sezione Regionale del Catasto Rifiuti e dal 2010 del Sistema Informativo Ambientale, con successiva aggiunta nel 2013 dei Servizi Informatici.

Ha continuato comunque ad occuparsi anche del coordinamento di diverse attività nel settore dei rifiuti, delle bonifiche, del monitoraggio ambientale dei suoli, supportando anche la Regione nella pianificazione di settore. Dal 2018 al 2021, anno di pensionamento, ha ricoperto il ruolo di Direttore del Dipartimento Arpa di Cuneo. è stato responsabile dal 1998 al 2004 del Centro Tematico Nazionale “Territorio e Suolo”, creato dall’APAT nell’ambito della riorganizzazione del Sistema Informativo Nazionale Ambientale.

Dall’A.A. 2003-2004 all’A.A. 2005-2006 è stato professore a contratto di “Scienze del suolo, geografiche e meteorologiche” presso il Politecnico di Milano, nell’ambito della Facoltà di Architettura. Docente in numerosi corsi di formazione e perfezionamento in campo ambientale, è autore o coautore di oltre 100 pubblicazioni sugli argomenti succitati sia su riviste tecnico-scientifiche, sia come presentazioni ed atti di conferenze e workshop, nazionali ed internazionali.

 

User Avatar
(0)
0 Reviews
525 Students
15 Courses

Reviews

5 stars
0
4 stars
0
3 stars
0
2 stars
0
1 stars
0
0.0
0 rating

Be the first to review “WEBINAR – Contabilità e tracciabilità dei rifiuti: dal SISTRI al RENTRi Registri, formulari e nuovo sistema di tracciabilità”